Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Martedì, 24 Settembre 2013 00:18

Cos'è la politica?

Written by

Per questa domanda, che molti si pongono, esistono molteplici risposte. Lungi da noi proporre una soluzione univoca maturata da un approfondimento storico-scientifico, proviamo a rispondere cosa è “per noi” la politica. Da persone semplici.
Senza partire dalla “polis” greca e dal pensiero di illustri eruditi, che hanno coniato le più dotte ed illuminate tesi, noi partiamo dicendo che la politica dovrebbe essere prima di tutto ascolto.
Noi crediamo che la politica sia ascoltare i cittadini per capirne i bisogni, le esigenze, le paure, le necessità e le aspirazioni.

Dopo aver ascoltato i cittadini, poi, la politica dovrebbe, secondo noi, saper innanzi tutto individuare, e possibilmente risolvere, i problemi che fanno sì che non si riesca a vivere in una società responsabile, equa, consapevole e solidale dove il fine ultimo dovrebbe essere il benessere di tutti.
Per risolvere i problemi, poi, crediamo sia necessario studiare, informarsi, conoscere, mentre oggi quelli che detengono il potere tendenzialmente hanno già sempre le soluzioni in tasca, sanno già loro cosa si deve fare, non dicono nulla, non comunicano. Come abbiano elaborato le soluzioni proposte, e con quali criteri, non è dato sapere ma è così. Sanno “loro” cosa si deve fare, d’altra parte “sono stati votati” per quello, dicono …
Facendo finta che i nostri politici abbiano studiato e fatto i compiti a questo punto dovrebbero metterebbe sul tavolo il proprio sapere, gli strumenti, le informazioni, i dati disponibili per condividere con una pluralità di soggetti, interessati ad un dato problema, le tematiche da trattare alla ricerca di soluzioni condivise. Di soggetti o organizzazioni, istituzionali o meno, in grado di apportare elementi positivi al dibattito in corso, ce ne sono quante se ne vuole, basterebbe volerle coinvolgere attivamente nel processo decisionale.
Facciamo di nuovo finta che il percorso fin qui sia stato proficuo. Ora una buona politica passa alla fase dell’attuazione. Sembrerà banale ma quante volte abbiamo visto progetti, opere pubbliche, iniziative trascinarsi nel tempo fino a incagliarsi o a venire portate a compimento con una moltiplicazione di costi?
Il nostro percorso di buona politica non è ancora finito ed ora viene il momento della valutazione e del monitoraggio, nel tempo, di quanto realizzato, sia esso un’opera materiale o una politica sociale, la questione non cambia. Quante iniziative infatti, dopo una fase di star up finanziata con fondi pubblici, naufragano nel giro di pochi anni/mesi?
Questo è, più o meno, quanto i componenti di Viviamo Ivrea pensano sia la politica.
A questo punto, passati i fatidici cento giorni dall’insediamento del nuovo Consiglio Comunale, del quale facciamo orgogliosamente parte, proviamo a comparare la nostra idea di politica con quella attuata dalla maggioranza uscita vincente dalle elezioni. Ci accorgiamo di vivere su mondi paralleli, idee di come amministrare una città che non si incontrano nemmeno su uno dei punti sopra riportati. Magari abbiamo torto e la politica non è quella roba che sosteniamo noi ma quella che ci viene propinata come tale. Noi continuiamo a pensare che qualcosa di giusto in ciò che sosteniamo ci sia e continuiamo la nostra attività ascoltando e raccogliendo il disagio che aleggia, per le vie e nelle piazze, nella speranza di poter contribuire a risollevare le sorti di una grande città che oggi grande non è più.
A proposito di ascolto: corre voce che nelle scuole pubbliche cittadine non si facciano interventi di manutenzione da anni, che gli impianti sportivi, a partire dalla piscina e dalla pista di atletica di S.Giovanni, versino in condizioni pietose e che in Via delle Torri, quella che sale al castello da Via Quattro Martiri-Via Vaglia, non ci sia più una lampadina funzionante da mesi. Corre voce …

Read 34 times
Francesco Comotto

Consigliere Comunale a Ivrea dal 2013.

Articoli correlati

Ricevi la newsletter