Le menzogne di Matteo Fanciulli

Le menzogne di Matteo Fanciulli

Sarà pur vero che la politica è (purtroppo) fatta anche di colpi bassi, di interpretazioni di comodo, ma a tutto dovrebbe esserci un limite.
Forse non lo sa @Matteo Fanciulli che, nel suo ultimo editoriale su "La Voce" si è spinto nel campo della pura menzogna. Una di quelle bugie che hanno le gambe davvero corte, al punto da poter essere confutata senza alcuno sforzo.
Non sindachiamo sul panegirico a favore degli "stoici" (citazione) Consiglieri del Pd: siamo nel campo delle opinioni e ognuno è libero di pensare come meglio crede.
Ma i fatti sono fatti: leggere che la minoranza avrebbe lasciato l'aula quando si è parlato e votato sulla centrale del Crist è falso. Falso. Non opinabile. FALSO.
La "coppia di fatto Tognoli-Comotto" (sempre per usare la terminologia del segretario PD) è stata presente, così come altri Consiglieri di maggioranza, ha contribuito in maniera fattiva alla discussione e ha votato (a favore, così come gli "stoici" Consiglieri di maggioranza).
Dopo questo voto (DOPO) la minoranza ha lasciato l'aula. Perchè? Perchè era in programma la presentazione della relazione del Sindaco sulle società partecipate. Un punto che tra l'altro non prevedeva votazione e la scelta di abbandonare l'aula è stata dettata dal fatto che i Consiglieri non avevano potuto avere in anticipo la relazione stessa. Che ben volentieri avrebbero letto e approfondito (pur "senza gloria", cit).
Purtroppo il segretario non era presente, a differenza di diversi esponenti di Viviamo Ivrea, che in questi oltre tre anni di Amministrazione, hanno sempre seguito (stoicamente?) le sedute consigliari, per puro senso civico, per sostenere il proprio Consigliere e per coerenza con un impegno preso al momento della candidatura, anche se questa non ha portato all'elezione.
Questi esponenti possono peccare si esperienza, di scaltrezza, di altre cose, ma sicuramente non hanno bisogno di ricevere lezioni di educazione civica da chicchessia, men che meno dal segretario del partito di maggioranza che, al pari dei suoi compagni non eletti, si guarda bene dall'assistere (stoicamente?) alle sedute del Consiglio. Salvo poi scrivere di quelle stesse sedute come se fosse stato lì. Malafede o mala informazione da parte di chi (presente) gli ha raccontato come sono andare le cose?

2016 07 12 La Voce Crist in consiglio

Torna in alto