AUTOMAZIONE PIATTAFORMA ELEVATRICE DI P.ZZA DEL RONDOLINO

Si chiede che il Sindaco e/o l'assessore competente relazionino puntualmente in merito a quanto segue:

 da quali documenti ufficiali emerge quanto espresso nella delibera e cioè che l'accesso prioritario alla passerella è quello di via dei Mulini e non anche quello di p.zza del Rondolino;
 qual è il supposto percorso a norma disabili che consente il collegamento tra lo sbocco di via dei Mulini e il centro storico;
 se i progetti approvati sono corredati dalla relazione specifica e dalla dichiarazione di conformità, inerenti l'eliminazione delle barriere architettoniche, così come prescritto dal D.P.R. 503/96;
 quali sono le ragioni politiche e/o tecniche che hanno portato a non affrontare il problema dell'accessibilità di p.zza del Rondolino in sede progettuale, e chi ha operato tali scelte;
 quali sono stati i criteri adottati dalla Commissione giudicatrice per l'assegnazione dei punteggi relativi alla miglioria dell'accessibilità su p.zza del Rondolino, visto che per alcuni versi le valutazioni non paiono congruenti, e se all'interno della Commissione c'erano soggetti con comprovate competenze specifiche;
 quali sono le modalità di appalto scelte per l'assegnazione dei lavori di automazione e se è già stata scelta la ditta esecutrice;
 se vi è già una valutazione di spesa per gli eventuali costi di miglioramento del “confort termico”, così come deliberato dalla Giunta Comunale;
 se l'Amministrazione ritiene auspicabile che venga realizzata anche una congrua pensilina di protezione sopra alle porte, per agevolare gli utenti in caso di pioggia;
 se, considerato anche quanto precedentemente esposto, non sarebbe opportuno, attraverso l’acquisizione di modeste quantità di terreno, individuare una soluzione rispondente alle esigenze dei disabili che escluda la necessità dell’ascensore tipo una rampa a norma.

 

Loading...

 

Torna in alto