Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Martedì, 11 Aprile 2023 18:08

La centralità della cultura nella vita cittadina

Written by

di Marcos Serra e Vanessa Vidano

In un tempo in cui la tecnologia e la velocità hanno preso sopravvento sulle nostre attività quotidiane, un aspetto importante nella vita dei cittadini sembra stia via via perdendo spazio: la cultura. Perciò, c’è urgenza di azioni pubbliche concrete che abbiano l’obiettivo non solo di salvaguardare il patrimonio culturale, cosa fondamentale, ma anche stimolare l’innovazione e la partecipazioni dei cittadini, e questo avviene in primo luogo a livello locale.
Avviare attività culturali a livello locale è un’opportunità per tutti, specialmente per i più giovani, di avere esperienze di prima mano e sentirsi partecipi. Questo è necessario perché è palpabile la lontananza che molti cittadini in questi tempi sentono dalla vita culturale della propria città, spesso più passivi spettatori che attori protagonisti. Questo, poi, si traduce nella vita politica e sociale delle persone, che guardano altrettanto passivamente risultati decisionali importanti a livello locale, nazionale e mondiale, facendo oramai soltanto il consueto ‘tifo’ per le parti in gioco.
Istituire iniziative ed eventi culturali che coinvolgano tutti i cittadini è ruolo fondamentale della pubblica amministrazione del XXI secolo. La città di Ivrea, Patrimonio Unesco, con la sua ricca storia piena di esempi di successo nell’ambito sociale e culturale, ha stabilito le fondamenta per un futuro brillante; ha bisogno però di un’amministrazione responsabile, consapevole e competente per concretizzare tutto il suo enorme potenziale.

Per questo motivo, giovedì sera, presso il Polo Universitario di Infermieristica alle 20.45, abbiamo deciso di proporre un Dibattito pubblico sul Futuro delle Politiche culturali della città.
Sarà un momento di confronto e dibattito in cui auspichiamo che emergano nuove idee, prospettive e proposte. Vorremmo che si iniziasse fin da subito, come operatori culturali, associazioni e imprese del territorio, a pensarsi parte di un processo che integra e comprende tutti, non solo la politica. La politica ha sicuramente l’onere e onore di dare degli indirizzi - sempre meglio se concertati con gli attori territoriali - ma non può nulla senza la partecipazione e la progettazione intersettoriale. Cosa significa? Che per poter pianificare bene e in modo proficuo, per poter attrarre finanziamenti e partecipare a bandi europei, è necessario pensare alla cultura come a un complesso intreccio di interessi: sociali, morali, politici ed economici. Se le diverse parti del puzzle iniziano a intersecarsi a dovere, allora sarà più semplice avere una visione di insieme e, soprattutto, una visione sul lungo periodo. Certo, perché un’amministrazione questo deve fare, in qualsivoglia ambito di azione: guardare sul lungo periodo. Se l’imprinting neoliberista e consumista che da decenni troviamo nel mainstream del dibattito politico ci dice che bisogna continuamente mutare, proporre, mercificare, competere, è venuta l’ora di prendere il timone e fare un bel cambio di rotta. La visione di corto respiro è ciò che ci sta portando sul baratro della catastrofe climatica e ormai gli esperti di progettazione non sanno più in che lingua dire che solo la pianificazione di politiche volte alla sostenibilità di lungo termine possono generare controtendenze significative. Lo stesso vale per le politiche culturali: non possiamo rimanere passivi consumatori di ciò che la politica - ormai esausta e senza più creatività - propone, ma dobbiamo diventare attori consapevoli che si fanno protagonisti della vita cittadina. Da un seme nasce un albero e dall’albero nasce un fiore, che diventa frutto e di nuovo seme. E poi tutto ricomincia.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI,
GIOVEDì 13 APRILE 2023, ORE 20.45
AULA MAGNA POLO UNIVERSITARIO DI INFERMIERISTICA
«DIBATTITO PUBBLICO - QUALE FUTURO PER LE POLITICHE CULTURALI DELLA CITTÀ?»

 

Read 565 times

Articoli correlati

Ricevi la newsletter

spiega le ali

Approfondimenti

Maggio 2023 approfondimenti

Trasparenza elettorale

Qui di seguito i link ai pdf dei casellari giudiziari e i curriculum vitae dei candidati della lista Viviamo Ivrea per le elezioni amministrative che si terranno a Ivrea il 14 e 15 maggio 2023.

Viviamo Ivrea autofinanzia totalmente le proprie iniziative
Puoi contribuire in contanti alle riunioni,
oppure effettuando un bonifico
sul c.c. intestato all’Associazione ViviamoIvrea
Banca Popolare Etica:
IBAN: IT44 W035 9901 8990 5018 8523 405
o in alternativa puoi utilizzare PayPal, cliccando sul link qui sotto.

paypall

In Comune