Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *

Nell’ultimo Consiglio Comunale i presenti hanno assistito ad una scena che mai sei era vista, per lo meno negli ultimi 8 anni, durante una seduta dello stesso.

Ultimamente l’Amministrazione eporediese sta sfornando una serie di comunicati stampa che sfiorano il ridicolo. Accortisi del poco che è stato fatto fino ad ora, ad oltre tre anni dall’inizio del mandato, si cerca di dipingere un quadro inesistente mistificando pure la chiara evidenza dei fatti.

Giovedì, 15 Luglio 2021 17:28

Il mercato cittadino è fermo al palo

Se chiediamo alle prime persone che incontriamo per strada cosa ne pensano della politica probabilmente ci diranno che non interessa loro anche perché “tanto non cambia mai nulla”.

Nelle scorse settimane abbiamo evidenziato la scarsa o nulla programmazione dell’attuale amministrazione per ciò che riguarda le opere pubbliche comprese le manutenzioni. Va anche detto che le amministrazioni precedenti non si sono certo distinte su questo fronte tanto che dei due ultimi mandati si ricordano solamente il Ponte passerella, ereditato dalla precedente giunta Grijuela, il tanto discusso tratto di  pista ciclabile in corso M. D’Azeglio e la disastrosa rotonda di piazza Balla che ha peggiorato una viabilità già caotica prima delle sua realizzazione.

La scorsa settimana abbiamo accennato alle cospicue risorse messa a disposizione dallo Stato per la ripresa delle città tramite l’assegnazione di “contributi per investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale”. Ne abbiamo parlato prima dello svolgimento del Consiglio Comunale di lunedi 31 maggio evidenziando alcune criticità riguardo le scelte dell’esecutivo. Riflessioni che avevamo anticipato fin dalla Commissione Assetto del Territorio e dalla successiva Conferenza dei Capigruppo, ma che, come al solito non sono state, nella sostanza, prese in considerazione.

Nel Consiglio Comunale di ieri, lunedi 31 maggio, sono stati presentati due importanti documenti, il conto consuntivo e una corposa variazione di bilancio. Entrambi delibere che confermano l’assoluta mancanza di programmazione da parte dell’attuale amministrazione.

Il tema di questo articolo avrebbe dovuto essere tutt’altro, ma l’ennesima inaccettabile tragedia accaduta domenica scorsa sulla funivia del Mottarone a Stresa non poteva venire sottaciuta unendoci al dolore delle famiglie di quelle vittime innocenti.

Tutti conoscono il motto che accompagnò e caratterizzò la rivoluzione francese:  “Libertè, Egalitè, Fraternitè”, poi diventato il caposaldo di quello Stato Repubblicano, ma anche il grido di battaglia di tutti i popoli oppressi che si sono voluti emancipare nel corso del tempo da dittature o forme di potere assoluto.

Pagina 1 di 17

Ricevi la newsletter

Approfondimenti

Viviamo Ivrea autofinanzia totalmente le proprie iniziative
Puoi contribuire in contanti alle riunioni,
oppure effettuando un bonifico
sul c.c. intestato all’Associazione ViviamoIvrea
Banca Popolare Etica:
IBAN: IT44 W035 9901 8990 5018 8523 405
o in alternativa puoi utilizzare PayPal, cliccando sul link qui sotto.

paypall

In Comune