Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Giovedì, 19 Dicembre 2019 17:59

Instalazione antenna a tecnologia 5G

 “Il grado di civiltà di un Paese si misura osservando la condizione delle sue carceri” sosteneva Voltaire, ma stando alle condizioni delle strutture italiane i nostri politici non hanno mai preso sul serio questa affermazione del filosofo francese. L’Italia contava infatti, al 30 aprile di quest’anno, oltre 60.439 detenuti, quasi 10.000 in più dei 50.511 posti letto ufficialmente disponibili nonostante una sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ci abbia condannato nel 2013, con la sentenza Torreggiani, per la violazione dell’art. 3 della Cedu per i “trattamenti inumani e degradanti” subiti dai detenuti in alcuni istituti penitenziari italiani.

Abbiamo già scritto più volte di come un certo modo di interpretare la politica tenda a rinchiudersi in sé stesso estraniandosi dal quadro istituzionale entro il quale un reale dibattito democratico si dovrebbe svolgere.

Nell’ultimo Consiglio Comunale eporediese sono stati approvati due ordini del giorno: uno con il quale si esprime lo sdegno nei confronti dell’attacco turco contro i curdi nel nord della Siria e l’altro per il conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre. Entrambi i documenti sono stati approvati all’unanimità e questo rafforza la nostra convinzione sul fatto che questioni che vanno oltre l’ordinaria amministrazione della città possono, e dovrebbero, diventare oggetto di dibattito anche in Consiglio Comunale per trovare posizioni condivise capaci di andare oltre i diktat di partito.

Sabato scorso diverse famiglie chiaveranesi hanno dovuto abbandonare le loro abitazioni per precauzione a causa di alcune frane e smottamenti provenienti dal versante collinare. L’Anfiteatro Morenico di Ivrea oltre ad essere un’eccellenza geomorfologica studiata a livello mondiale, visitata e percorsa da molti turisti e amanti degli sport outdoor è anche un ambiente unico e fragile come la gran parte del territorio italiano.

PROPOSTA di conferimento della cittadinanza onoraria del Comune di IVREA alla Senatrice della Repubblica Liliana Segre.

Cari colleghi,

ricorderete certamente il periodo della campagna elettorale quando la vostra compagine si proponeva come alternativa all’Amministrazione uscente, a trazione PD.

Nel 1979 Lucio Dalla si trovava a Berlino senza, ovviamente, poter immaginare cosa sarebbe accaduto da lì a dieci anni esatti. Mentre è in giro per la città chiede a un taxista di accompagnarlo al Check Point Charlie, l’unico varco in quel Muro della Vergogna che divideva in due la città.

Solo la settimana scorsa scrivevamo sulle righe di questo giornale di possibili aperture dell’attuale esecutivo per un prosieguo di mandato maggiormente orientato alla condivisione e alla trasversalità nelle decisioni con particolare riguardo a quelle di maggior rilievo per l’interesse della città. Avevamo infatti appreso con favore il cambio di passo della Fondazione Guelpa, almeno nelle parole del Presidente, e la marcia indietro sulla possibile ubicazione di un nuovo centro cottura troppo frettolosamente individuata in una grande area verde proprio all’ingresso del Parco dei 5 Laghi. Consapevoli però dell’improvvisazione spesso messa in campo dall’Amministrazione scrivevamo anche che i prossimi mesi sarebbe stati fondamentali per capire se le parole e le enunciazioni di principio si sarebbero trasformate in atti concreti. E’ bastato molto meno per capire che si è trattato, purtroppo, di un’interpretazione troppo ottimistica di un nuovo corso possibile alla luce di alcune scelte, quanto meno discutibili, intraprese da giunta e maggioranza negli ultimi giorni.

Nell’ultimo periodo si sono verificate alcune circostanze, almeno due, che ci fanno pensare che qualcosa, forse, cominci a muoversi nelle modalità di affrontare il mandato amministrativo da parte dell’attuale esecutivo e della maggioranza che lo appoggia.

Pagina 9 di 19

Ricevi la newsletter

Approfondimenti

Viviamo Ivrea autofinanzia totalmente le proprie iniziative
Puoi contribuire in contanti alle riunioni,
oppure effettuando un bonifico
sul c.c. intestato all’Associazione ViviamoIvrea
Banca Popolare Etica:
IBAN: IT44 W035 9901 8990 5018 8523 405
o in alternativa puoi utilizzare PayPal, cliccando sul link qui sotto.

paypall

In Comune